“WU-TANG” – Coez

Si chiama Silvano Albanese, ma il suo vero nome dice poco ai più, che lo conoscono invece come Coez. E’ tornato con “Wu-Tang”, un singolo che pare pubblicato apposta per confermarlo come il più imprevedibile tra gli artisti della sua generazione.

Chi tra coloro che stanno leggendo lo avesse ascoltato in anteprima, mentre guardava il relativo video con Coez al mixer di spalle, deve fare parte della schiera hard-core dei suoi seguaci: per promuoverlo, infatti, l’artista romano ha chiesto ai fans su Instagram di indicargli dei buoni motivi per fargli ascoltare il pezzo in anticipo sull’uscita e quelli che fornivano risposte più convincenti lo hanno effettivamente ricevuto… 

“Wu-Tang” è un brano che trasuda hip hop fin dall’ispirazione del titolo - Wu-Tang Clan è il nome di uno storico e fondamentale collettivo newyorkese – e che si apre con beat martellanti, degni del miglior Kanye West: 

“Sorry ma’ / stavo lottando con gli squali / per arrivare qua / ho una canzone nella testa / e la canzone fa / rattattatta”. 

Coez è tornato e, in attesa del nuovo album, con questo singolo ha spiazzato tutti, cambiando tutto a partire dalla produzione: non c’è Niccolò Contessa che lo aveva affiancato in parte di “Faccio un casino” nel 2017 e poi in “È sempre bello”, mentre torna ad affiancarlo Sine, vero nome Alfonso Climenti, suo storico braccio destro (nel 2011 pubblicarono il mixtape “Fenomeno”).

“Wu-Tang” è la canzone che non t’aspetti, in questa fase della carriera di Coez, e ci sarebbe poco da meravigliarsi se si rivelasse poi solo la prima anticipazione di un disco che segnerà il ritorno alle sue radici. 

Le immagini utilizzate sono esclusivamente “for promo use only”, selezionate per noi da Rockol tra quelle messe a disposizione dei media da label e uffici stampa per utilizzo a corredo di articoli e notizie e/o immagini con licenza CC, come segnalato nei singoli casi.