Vampiri. Nuova inchiesta sulle pensioni d'oro...

Libro di Maria Giordano

In questa inchiesta Mario Giordano rivela che negli ultimi anni i privilegi “all’italiana” non solo sono rimasti, ma si sono in parecchi casi addirittura moltiplicati. Senza distinzione di casta: vale per i politici, ovviamente, ma anche per giornalisti, sindacalisti, banchieri, magistrati, prelati... Dai 60 miliardi di buco accumulati dal Fondo delle Ferrovie dello Stato, che con i soldi del contribuente paga pensioni da 13.000 euro al mese, alle pensioni da 5000 euro al mese percepite da 55enni; da assegni ricevuti per 66 anni pur avendo lavorato soltanto 3 anni a vitalizi da 1.317.805 euro ottenuti intascando pure il sussidio di disoccupazione, fino alle tre pensioni cumulate cui si aggiunge una nomina come presidente delle autostrade.

Perché tutto ciò non cambia? Semplice: perché i Vampiri sono nei posti che contano. Comandano e, per di più, continuano ad accumulare altri incarichi e altro potere. 

L’autore ha dedicato questo libro ad Aurora B., 27 anni, parrucchiera a Pisa: secondo i calcoli dell'Inps, dovrà andare in pensione il 1° marzo 2064, quando avrà lavorato 58 anni. Percepirà meno di 1000 euro netti al mese...

Abbiamo acceso la tua curiosità? Leggi tutto!