5 social network da tenere sott’occhio nel 2019.

L’era digitale è in movimento per definizione. Ogni anno nella galassia social nascono nuove idee per connettere le persone e fornire nuovi servizi. Alcune di queste, lanciate da Google e Amazon, sono state pioniere del web, altre sono ancora in attesa di sviluppo e di trovare il loro spazio nel mondo. Vediamo alcune piattaforme da tenere sott’occhio nel 2019.

 

Nextdoor.

L’idea alla base di questo social, sbarcato da pochi mesi in Italia, è semplice e geniale. Creare una rete online di contatti autentici. E chi è più concreto del tuo vicino di casa? Servizi per bambini o persone anziane, ma anche semplicemente trovare un utensile per fare un lavoretto, oppure iniziative benefiche. L’uso di questo strumento ha dimostrato di essere efficace perché si basa su relazioni reali.

 

Vero.

Questa piattaforma esiste dal 2015 ma ha avuto un’esplosione di utenti nel 2018. Perché? Nel momento in cui i social “mainstream” perdono credibilità (vedi il caso Cambridge Analytica) o autenticità (gli algoritmi cambiano spesso e non sempre in modo chiarissimo), Vero si propone come un feed non manipolato, non gestito e, per ora, senza pubblicità. Durerà? Lo scopriremo solo vivendo.

 

Tik Tok.

Chi si ricorda di MySpace? C’è stato un tempo in cui questo social era addirittura più usato di Google. E la musica era protagonista. Alcune star di oggi – Nicki Minaj, Mika, Adele – hanno iniziato proprio da lì. Oggi ci sono gli Youtubers, ma si sta facendo strada una nuova piattaforma.
Lanciata in Cina nel 2016, Tik Tok ha inglobato la community di Musical.ly, un altro social a tema musicale molto famoso. Permette di condividere brevi clip, con la possibilità di aggiungere diversi effetti. C’è chi lo chiama il nuovo karaoke. È stata la app più scaricata all’inizio del 2018 ed è disponibile in 34 lingue.


Amazon Spark.

Ormai è molto di più di un e-commerce. Ha una propria tv online (Amazon Prime), sta aprendo negozi fisici, e ora si butta anche nel mondo social. Sparks è una rete che permette di condividere interessi (per gli acquisti, ovviamente) e trovare più facilmente gli oggetti dei desideri, seguendo persone che hanno gusti simili.


Google My Business.

Unite le features di Google Search, Google Maps, Google+, e avrete la potenza di fuoco di Google My Business al servizio di qualsiasi impresa commerciale. Non è esattamente un social nel senso tradizionale, ma permette di controllare tutto ciò che riguarda il proprio brand, anche il contatto diretto con il cliente, su una delle piattaforme più potenti e diversificate della galassia web.