I social media trend da non perdere nel 2018.

 

Il mondo dei social è in continuo mutamento. Cambiano gli algoritmi, cambia quello che vediamo, come lo vediamo.

Insomma, se credevate di esservi guadagnati la qualifica di guru della viralità una volta per tutte, dovrete ricredervi. I vostri selfie prima visti da mezzo mondo rischiano di cadere nel dimenticatoio se non seguite gli aggiornamenti. Vi tocca tornare a studiare.

Ecco quali sono i trend in ascesa, da conoscere e mettere in pratica per essere sempre più efficaci.

 

Video, video, video.

Non è esattamente una novità, ma i video stanno avendo un’ascesa vertiginosa. Il motivo è semplice: i filmati acchiappano di più, attirano e tengono attaccati allo schermo, sono coinvolgenti e ormai sono adatti a qualsiasi formato e piattaforma. Generazioni di Youtubers lo sanno già, ma nei prossimi mesi anche su Facebook sarà determinante fare riprese video per scalare l’algoritmo.

 

 

La vita è tutta una diretta.

Sempre su Facebook, gli ultimi rumors dicono che per avere più visibilità nelle bacheche altrui sarà fondamentale fare dirette video. Avete un’azienda? Presentate il vostro ultimo prodotto live. Siete semplici cittadini? Raccontate agli altri ciò che state facendo in mondo visione. Tanto per dire, in occasione delle ultime elezioni, l’Ansa ha fatto un accordo con Facebook per trasmettere in diretta online le tribune elettorali dei maggiori politici italiani.

 

3D.

Tra i video e le immagini si è inserita un’ulteriore innovazione. I post 3D di Facebook permettono di interagire con un’immagine fissa, ruotandola a piacimento. Molto usato per panorami mozzafiato, è anche l’ideale per poter apprezzare la MINI in tutte le sue angolazioni. Basta cliccare sull’immagine e spostare il cursore.

 

Messaggini a go go.

Accanto ai social network più noti come Facebook, Twitter, Instagram, Linkedin, si fanno sempre più largo le piattaforme di messaggistica. E non più solo come strumento one-to-one, ma anche come veicolo di campagne, informazioni, eventi. È il classico passaparola, solo che oggi passa da Whatsapp, oggi disponibile anche nella versione business, e Messenger.

Più social di così.

 

 

Lunga vita alle chatbot.

Software intelligenti che riescono a rispondere alle domande più frequenti dei clienti come se si stesse chattando con una persona. Da quando Messenger le ha lanciate ne so nate a migliaia, e sono destinate a crescere ancora. Siamo agli albori in questo settore, ma le potenzialità sono altissime.

 

 

Mordi e fuggi.

Può sembrare strano ma i contenuti che attirano di più sono quelli che non durano.
Snapchat docet. Anche le Stories di Instagram stanno andando molto bene. Entrambe le piattaforme hanno una cosa in comune: i post durano 24 ore.

Se il primo è terreno dei più giovani, il secondo si sta affermando per fasce d’età più ampie. L’importante è cogliere l’attimo.