Mountain Bike. La prima volta.

 

“Bici? Troppa fatica!” Quante volte ci siamo tirati indietro da una gita su due ruote perché poco allenati e timorosi di non riuscire a goderne tutti gli aspetti? Eppure basta poco per divertirsi: scegliere il percorso adatto al proprio allenamento ed esperienza, avere il giusto equipaggiamento, pedalare correttamente. E magari optare per una bella e-bike, dotata di un motore elettrico in grado di assistere la pedata nei tratti più duri.

L’estate appena trascorsa ha rappresentato un vero e proprio boom per questa tipologia di bicicletta. Con l’aiutino chiunque è in grado di apprezzare una gita in bici senza faticare troppo. E allora, ecco i consigli per la prima escursione in mountain bike: le giornate di sole autunnali sono ideali per questo sport!

 

Scopri l’esclusivo pacchetto adventure in Val di Sole con discesa in MTB e-bike con guida privata!

 

Il corretto abbigliamento.

Per la prima uscita in mtb non occorre un grande investimento in fatto di abbigliamento. Casco e calzoni con fondello, però, sono strettamente necessari per la sicurezza della gita e la sua piacevolezza. Indossiamo una maglietta traspirante e ricordiamoci una felpa. Nello zaino aggiungiamo anche una protezione antipioggia e antivento, i vestiti di ricambio e un kit di primo soccorso. E l’acqua, fondamentale!

 

 

Occhio al meteo.

Quando si programma una gita, controlliamo sempre le condizioni meteo previste, per non incorrere in brutte sorprese. Portiamo comunque con noi un telefono cellulare per ogni evenienza, e una mappa della zona, per verificare eventuali ripari. Se usciamo da soli (ma le prime volte è sconsigliato) informiamo qualcuno del percorso previsto.

 

Assumiamo la giusta posizione in sella.

La comodità e sicurezza in bici dipende soprattutto dalla posizione che assumiamo in sella. L’altezza della sella deve essere regolata alla partenza: quando è troppo alta, c’è il rischio di non essere pronti per eventuali appoggi a terra; al contrario, se troppo bassa, impone una scorretta posizione, a tutto svantaggio delle articolazioni (soprattutto le ginocchia).

Anche il piede deve assumere la giusta postura: l’articolazione del metatarso deve trovarsi sempre sulla perpendicolare con l’asse del pedale. Per la prima gita in mtb, meglio non utilizzare i pedali a sgancio: rendono la guida più insicura.

 

 

Controlli regolari alla bici.

Prima di partire, verifichiamo i freni, la tenuta delle ruote, la pressione delle gomme, sospensioni e cambio. Se usiamo una e-bike, controlliamo che le batterie siano cariche. Per ogni evenienza, portiamo con noi un piccolo set per riparazioni: chiavi inglesi e chiavi a brugola, un piccolo cacciavite, una buona pompa, il kit foratura.

 

Scegliamo il percorso adatto.

Se si tratta della prima escursione, non facciamoci prendere dall’entusiasmo. Cominciamo con un percorso non troppo impegnativo e dalla breve durata. Un bell’anello di un’ora è ottimale per cominciare, divertirsi e non subire spiacevoli indolenzimenti il giorno successivo. Evitiamo salite troppo dure, discese pericolose e tratti sterrati da esperti.

 

 

Rispettiamo la natura.

Se si pedala nel verde, magari in montagna, è possibile incrociare qualche animale selvatico: evitiamo di infastidirli, apprezzando con discrezione l’incontro. Il rispetto della natura impone ovviamente di non lasciare tracce dietro di noi: no a cartacce e rifiuti abbandonati.