5 nuovi sport del 2018.

 

Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”.

 

Nulla di più vero per questi “nuovi” sport. Infatti, non siamo di fronte a novità assolute, ma a moderne interpretazioni di discipline ben conosciute come il calcetto, il jogging o la ginnastica.

Non li vedremo alle prossime olimpiadi di Tokyo 2020, ma chissà che per Parigi 2024 o Los Angeles 2028 non saranno già diventate discipline olimpiche. D’altronde, se il CIO – il Comitato Olimpico Internazionale – ha aperto la strada ai videogiochi, perché l’hobbyhorse non può nutrire qualche speranza?

 

Plogging: quando il jogging diventa ecologico.

Raccogliere rifiuti mentre si fa jogging. È la tendenza che arriva dalla Svezia, dove hanno coniato un termine apposito: plogging, che combina i verbi pluck (raccogliere) e jog (correre).
Un’attività che fa bene all’ambiente ma anche al corpo, coniugando i benefici della corsa con una serie di movimenti che coinvolgono tutta la muscolatura.

L’idea ha un precedente negli Stati Uniti, dove John e Martin Mueller, rispettivamente padre e figlio, nel 2014 hanno organizzato una trash run, con la stessa filosofia.

Da provare nelle nostre città, nei boschi o su una spiaggia: qualche cartaccia o lattina abbandonata dagli incivili purtroppo si trova sempre.

 

 

Hobbyhorse: l’equitazione… senza il cavallo.

Anche in questo caso è il nord Europa la culla di questo strambo sport. Bisogna spostarsi in Finlandia per incontrare uno strano miscuglio di ginnastica ed equitazione… senza cavallo.

Già, perché l’hobbyhorse consiste nell’impegnarsi in evoluzioni lungo un percorso ad ostacoli, impugnando una di quelle scope per bambini addobbate con una testa di cavallo. Praticamente, è un misto tra un dressage a due piedi, una comica interpretazione ginnica e una profonda regressione infantile.

 

 

Flatball. Il calcetto da salotto.

Un calcio in miniatura, che necessita di poco spazio, ma soprattutto pochissimo allenamento. È il flatball, e lo hanno ideato dei giovani russi, che hanno ottenuto anche un piccolo finanziamento statale per promuovere questo sport.

Il campo è minuscolo, il pallone si trasforma in pallina e resta sempre in gioco, grazie alle sponde che delimitano lo spazio. La struttura si può comodamente riporre in uno zainetto e trasportare ovunque. Praticamente, come giocare in salotto, senza rischiare di rompere i soprammobili.

 

Scopri il flatball

 

True power yoga: allena mente e corpo.

Lo yoga è uno dei trend degli ultimi anni. Aiuta a rilassarsi, ad allontanare lo stress e a trovare il proprio karma, ma al contempo è anche un allenamento costante e graduale che migliora tonicità, equilibrio e flessibilità del proprio corpo.

Il True power yoga ne è un’evoluzione, perché aggiunge dinamismo e movimenti fluidi e coreografici. Resistenza e forza si sommano così ai capisaldi dello yoga. Uno sport praticamente perfetto per i tempi moderni.

 

 

Water Grid. La griglia che tonifica.

Una griglia di 2 metri di lato, nella quale eseguire esercizi a circuito, passando da un quadrato all’altro. È il water grid. Se il nome richiama l’acqua, non è necessario praticare questo sport in piscina: si può sperimentare anche in palestra.

Una sessione di water grid dura all’incirca un’ora e alterna esercizi intensi di pochi minuti a pause di riposo. Il corpo ne esce tonificato, bruciando fino a 500 calorie. Non male.