Le maratone da correre una volta nella vita.

 

42 km e 195 metri. È la distanza che separa il villaggio di Maratona da Atene, quella che il soldato Filippide corse a piedi, nel 490 avanti Cristo, per annunciare ai cittadini ateniesi la vittoria del proprio esercito contro i persiani, prima di cadere morto al suolo.

Da questo episodio storico trae origine la maratona. Non è una prova contro il tempo. Piuttosto, una sfida con se stessi: i propri limiti, le proprie paure, il rapporto personale con la fatica. Ma in quest’epoca storica in cui si registra il più alto numero di appassionati corridori, le maratone sono diventate (anche) un pretesto per viaggiare, per vivere una nuova formula di turismo. Ecco le più belle, quelle da correre almeno una volta nella vita.

 

I 42,195 km più celebri d’Italia.

Le più belle maratone italiane si svolgono nelle grandi città. A cominciare da Roma, la cui maratona si apre e chiude ai Fori Imperiale e percorre le strade della Capitale da San Pietro a Trastevere. Una maratona “olimpica”, che nel 1960 vide la mitica vittoria a piedi scalzi di Abebe Bikila.

 

Nel 2019 si svolgerà il 7 aprile. Lo stesso giorno si correrà anche la Maratona di Milano, che offre la possibilità di ammirare in corsa i mutamenti di una città che negli ultimi anni ha rafforzato la sua propensione turistica e culturale. Storiche ed emozionanti sono le maratone che si corrono a Firenze (24 novembre 2019) e Venezia (27 ottobre 2019): difficile trovare palcoscenici più suggestivi per i propri sforzi.

 

 

Le più belle maratone europee.

E se volessimo approfittare della nostra passione sportiva per visitare le più belle capitali europee? Nulla di più facile. Da Londra (28 aprile 2019), una delle più attese al mondo, dall’albo d’oro stratosferico, alla velocissima Maratona di Berlino (29 settembre 2019), che ha visto quest’anno il keniano Kipchoge frantumare il record mondiale sulla distanza con il tempo monstre di 2h01’39”.

 

Gli stregati dal fascino romantico della Ville Lumière potranno volare a Parigi per la gara che si correrà il 14 aprile 2019, mentre la Maratona di Atene (10 novembre 2019) è forse meno famosa, ma è un vero tuffo nella storia.

 

Le più belle maratone mondiali.

New York: la più celebre, la più attesa, la più partecipata.

Per tutti coloro che hanno avuto la fortuna (e la forza) di correrla, è “l’esperienza della vita”. I quartieri della città – Brooklyn, Queens, Bronx, Manhattan, Harlem con arrivo finale a Central Park – sono attraversati da oltre 50.000 partecipanti provenienti da tutto il mondo. L’appuntamento del 2019 è per domenica 3 novembre.

 

Se la corsa della Grande Mela è la più glamour, quella di Boston (15 aprile 2019) è la maratona certificata più antica del mondo, grazie alla prima edizione corsa nel 1897. Mentre la Maratona del Big Sur (domenica 28 aprile 2019), che percorre uno dei tratti più belli della costa della California, è stata giudicata la migliore del mondo dalla “Guida definitiva alle maratone”. Gli amanti dell’Oriente potranno invece volare a Tokyo (3 marzo 2019), una delle più importanti al mondo per partecipanti e organizzazione.

 

Maratone… curiose.

Chiudiamo con qualche maratona da Guinness. La più bassa? È la Dead Sea Ultra Marathon, che si corre ad Amman, in Giordania (12 aprile 2019). Il traguardo è 400 metri sotto il livello del mare. La più alta, invece è la Everest Marathon (29 maggio 2019), che parte ai piedi dell’Everest, a quota 5.300 metri. Il percorso, però, è quasi tutto in discesa. Non meno fredda (anzi!) è la Antarctic Ice Marathon, che si corre sul ghiaccio del circolo polare Antartico.

 

 

La maratona più notturna è la Midnight Sun Marathon (22 giugno 2019), che si svolge a Tromsø, in Norvegia, dove a metà giugno c’è luce per tutta la notte. Il via è fissato a mezzanotte. Ma la maratona che mette davvero d’accordo agonismo e turismo è la Marathon des Chateaux du Medoc, in Francia, i cui punti ristoro offrono vino Bordeaux e paté.

 

Appuntamento al 7 settembre 2019.