5 motivi per cui l’uomo di oggi è sempre più cyborg.

Elon Musk è il fondatore di PayPal e di Tesla, uno dei personaggi più influenti e potenti del momento. Di recente ha detto che l’uomo del futuro dovrà essere sempre più cyborg per non diventare irrilevante nell’epoca dell’intelligenza artificiale. Sono frasi che fanno apparire nelle nostre teste scenari apocalittici alla Terminator. La guerra tra uomini e robot, la ribellione delle macchine, e cosi via.

Non sarà così, forse sì, un po’ presto per dirlo. Quello che sappiamo di certo è che un pochino cyborg lo siamo già. Grazie al progresso scientifico e tecnologico, le applicazioni indossabili, i cosiddetti wereables, e anche integrate nel nostro corpo, sono realtà in molti casi.

DAL CERVELLO AL PC.

L’ azienda Neuralink, per esempio, sta sviluppando un chip che dovrebbe integrarsi con il nostro cervello per farlo dialogare con i computer ampliando le nostre capacità, ma anche per comprendere meglio alcune malattie neurodegenerative, come il Parkinson.

VISTA BIONICA.

Per quanto riguarda la vista, se i Google Glass non hanno propriamente sfondato e oggi non se ne sente quasi più parlare, la ricerca è andata avanti. I laboratori italiani dell’IIT hanno sviluppato una retina artificiale che converte gli stimoli luminosi in segnali per il nostro cervello, con uno studio pubblicato sulla rivista Nature Materials. Se non è l’occhio bionico…

TATUAGGIO HI-TECH.

Uno studio americano – Chaotic Moon – ha ideato un tatuaggio molto particolare. Grazie a un inchiostro conduttore, un processore e una serie di sensori, i cosiddetti Tech Tats tengono sotto controllo alcuni parametri biologici, come il battito cardiaco o la temperatura corporea. Sembra fantascienza, ma non lo è.

Scopri di più

LA GUIDA ASSISTITA… PER L’INTIMITÀ.

Un gruppo di ricerca tedesco ha invece cercato di risolvere i problemi d’infertilità andando a lavorare alla fonte con le nanotecnologie. Gli Sperm Bots sono elicoidali metallici realizzati per circondare la coda degli spermatozoi e aiutarli a raggiungere l’uovo da fecondare. Una sorta di guida assistita… per l’intimità.

TUTTO IL CONTROLLO NEL POLSO.

Si parla spesso di medicina, ma anche il fitness e il benessere trovano spazio con queste applicazioni. I maggiori colossi tecnologici (Samsung, Lenovo, Huawei & CO) si sono messi a produrre le cosiddette smartband, braccialetti dotati di sensori specifici che possono monitorare i passi, i battiti cardiaci, il consumo di calorie, ma anche la qualità del sonno. E molti sono anche utilizzabili sott’acqua.

D’altra parte per tener testa agli androidi bisognerà pur tenersi in forma…