Intelligenza artificiale. La macchina supererà l’uomo?

 

Entro un paio d’anni l’Intelligenza Artificiale – per gli amici, AI – sarà imbattibile ad Angry Birds.

Un risultato che forse non ci sorprende. Più sorprendenti saranno altre conquiste delle macchine. Nei prossimi decenni, infatti, le nostre vite vivranno una vera rivoluzione. Perché le macchine saranno sempre più performanti, sempre più intelligenti, e potranno portare a termine con successo molti lavori e mansioni di grande complessità.

 

Intelligenza Artificiale sempre più evoluta.

I ricercatori di Oxford, Yale e il Future of Life Institute hanno interpellato 352 esperti chiedendo loro di compilare un sondaggio sul futuro dell’intelligenza artificiale. I risultati sono sorprendenti. Qualche esempio? Entro 8 anni le macchine potranno tradurre un testo esattamente come un umano che parla due lingue e potranno gestire la maggior parte delle telefonate a call center con estrema competenza.

 

 

Servirà un anno in più per ascoltare una macchina leggere un testo scritto come un attore esperto. E due anni per ascoltare invece canzoni inedite, creata dall’AI, sufficientemente orecchiabili da entrare nella USA Top 40. Negli anni a venire le macchine correranno in città (su due piedi) più veloci di noi umani. Sapranno scrivere un romanzo talmente valido da comparire nell’elenco dei best seller del New York Times e risolvere teoremi matematici che noi umani fatichiamo a decifrare.

Scopri di più

 

Insomma, la macchina ci sfiderà tanto sui lavori materiali quanto sugli aspetti cognitivi. La loro rapidità di pensiero e l’elaborazione di algoritmi sempre più complessi saranno insostenibili per la nostra mente. Un panorama suggestivo, ma che lascia spazio a qualche preoccupazione.
I robot potranno trasformarsi in armi a causa di attacchi hacker? Arriveranno a sviluppare una forma di libero arbitrio tale da non accettare più i comandi dei programmatori? C’è chi sostiene di sì. Ma fino ad oggi, dove l’evoluzione dell’AI arriverà, non è dato sapere.

 

Scenari apocalittici caratterizzati dallo scontro tra umani e macchine sono stati il pane per anni di moltissimi film e romanzi di fantascienza. Basta riguardare la celebre scena di 2001 Odissea nello spazio, dove HAL9001 disobbedisce ai comandi. Oppure ripassare un film come Robocop o leggere uno dei tanti racconti fantascientifici scritti da Richard Matheson.

Scopri di più

 

Ad oggi, però, godiamoci i grandi passi avanti, che interessano molti campi, automotive compreso. E pensiamo al futuro con ottimismo e fantasia. Due doti che nessuno potrà mai clonare.