“World day…”: quando la “giornata mondiale” è davvero strana.

 

Sono nate per sostenere piccole e grandi buone cause. Hanno sensibilizzato milioni e milioni di persone. Ma ad un certo punto, ai promotori è scappata un pò la mano. Sono le “World day…”, ormai diventate centinaia. Il solo mese di giugno ne conta 20. Dalla giornata mondiale dei genitori (1° giugno), all’Asteroid Day (30 giugno), si incontra un po’ di tutto.

Se il 5 giugno è la giornata mondiale dell’ambiente, il giorno dopo si festeggia un altro genere di natura, perché è la giornata mondiale del naturismo. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti. Segnatevi in agenda le più curiose.

 

I “world day” delle grandi cause.

In principio furono le grandi cause, quelle che meritano la mobilitazione mondiale. Per questo nobile motivo sono nate le giornate internazionali. L’interesse si è catalizzato, come giusto, sui fondamentali e inalienabili diritti dell’umanità, con un occhio di riguardo per le fasce più deboli.

Sono così state istituite la giornata mondiale della pace (1 gennaio), il giorno della memoria (27 gennaio), ma anche la giornata della terra (22 aprile, voluta direttamente da John Fitzgerald Kennedy), contro la schiavitù (2 dicembre), o per i diritti dell’uomo (10 dicembre). Alla gioventù è dedicato il 12 agosto, mentre ai diritti dell’infanzia il 20 novembre. Contro la violenza sulle donne, invece, ci si mobilita il 25 novembre.

 

 

A salvaguardia degli animali.

Le giornate mondiali ovviamente non potevano dimenticarsi degli animali: sia quelli particolarmente vicini a noi umani (come il gatto, che si celebra il 17 febbraio), sia quelli a rischio estinzione. Qualche data? Chi ama l’orso polare si ricordi del 27 febbraio, per le rane c’è il 28 aprile, per la tigre il 29 luglio, per l’elefante il 12 agosto.

Anche il tapiro ha la sua giornata (27 aprile), così come la giraffa (21 giugno). La giornata mondiale dei diritti degli animali, invece, si svolge il 10 dicembre. E per il migliore amico dell’uomo? C’è addirittura la giornata per sensibilizzare la presenza del cane in ufficio: il 26 giugno, portate Fido al lavoro.

 

 

Anche il cibo ha le sue giornate.

Che l’Italia sia la patria del buon cibo, è risaputo. Lo confermano anche le giornate mondiali dedicate al cibo, che vedono i nostri piatti e prodotti protagonisti. Per esempio, la pizza italiana si festeggia il 17 gennaio, la carbonara day è il 6 aprile, il pasta day il 25 ottobre. Anche la Nutella ha la sua giornata mondiale: è il 5 febbraio. Per i vegani, invece, la ricorrenza è il 1° novembre.

 

 

I 10 “world day” più strani.

Veniamo alle giornate più curiose. Ne abbiamo selezionate 10, davvero particolari, da segnarsi in agenda, per un motivo o per l’altro. Come la giornata mondiale delle zone umide (2 febbraio), dedicata a paludi ed affini, fondamentali per l’ecosistema. Per i più pigri, ci sono la giornata mondiale della lentezza (27 febbraio) e quella dedicata al sonno (17 marzo), che in qualche modo si collega a quella dedicata ai sogni (25 settembre). Se la felicità si dovrebbe ricercare tutto l’anno, il 20 marzo è quasi d’obbligo.

Tra quelle veramente strane, balzano all’occhio la giornata internazionale del backup (31 marzo), quella degli stagisti (10 novembre) e quella dedicata al gabinetto (19 novembre).

Chiudiamo con le più piacevoli. Il 6 luglio è la giornata mondiale del bacio, il 22 dicembre la giornata mondiale dell’orgasmo.

 

 

Come istituire una giornata mondiale.

Dopo tutte queste date, vi è venuta voglia di istituire una nuova giornata mondiale?

L’iter non è impossibile. Cercate un deputato disposto a fare una raccolta firme che si traduca in proposta o a depositare a Montecitorio un disegno di legge, ed il più è fatto. La cosa più difficile, invece, è trovare una data libera, e qualcosa che non abbia ancora la sua giornata mondiale.