5 cose poco note dell’inventore della MINI.

 

I colleghi lo chiamavano “Dio greco” e ha creato una vera icona britannica su quattro ruote. Dietro la fama immortale della MINI c’è la figura dell’ingegnere Sir Alec Issigonis. Mente libera ed eclettica, Issigonis è stato un genio creativo fuori dagli schemi, rimasto nella storia dell’automobile per aver osato inventare ciò che allora era ritenuto impossibile. Riguardo alla sua creazione più famosa, la MINI appunto, ha sempre precisato: “non l’ho inventata, l’ho disegnata”. Dal 2003 è nella Automotive Hall Fame. Ecco alcune curiosità sulla sua movimentata vita.

 

Il “Dio greco”.

Nato nella città di Smirne, all’epoca parte dell’Impero Ottomano, era di origini greche e tedesche. Suo nonno ottenne la cittadinanza britannica lavorando per conto di società inglesi alla costruzione delle ferrovie turche. La cosa gli tornò molto utile quando, nel 1922, i greci vennero espulsi dalla Turchia e la sua famiglia perse tutto. Fu così che, l’anno dopo, arrivò a Londra.

 

 

La prima auto.

Nel 1925 Issigonis fece un viaggio in Europa con sua madre a bordo della sua prima auto, una Singer con carrozzeria Weymann. Ebbe una serie infinita di problemi e quando tornò a Londra decise di iscriversi al corso di ingegneria meccanica al Politecnico di Battersea. Un caso? In realtà già suo nonno e suo padre erano ingegneri.

 

Non amava la matematica.

Che fosse un ingegnere atipico lo si capisce anche dal suo odio verso i numeri. Gli esami di matematica erano un vero calvario per lui. Venne bocciato tre volte. Successivamente diventò celebre la sua frase sulla matematica pura: “è la nemica di ogni genio creativo”, disse.

 

Una passione smodata per i treni.

L’inventore di una delle auto più iconiche di sempre vide la sua prima macchina all’età di 12 anni. E quando fu in pensione si dedicò ad una delle sue passioni più grandi, quella per i treni. Costruì modellini di ferrovia talmente grandi che dovette chiedere il permesso di occupare i giardini dei vicini per completare l’opera.

 

Alec Issigonis Way.

Nel 1969 Issigonis fu insignito del titolo di Cavaliere direttamente dalla Regina Elisabetta a Buckingham Palace, grazie a ciò ottenne il titolo di Sir.

Cinque anni prima era stato nominato Comandante dell’Impero Britannico. Se non bastasse, a Oxford Business Park gli hanno intitolato una strada, la Alec Issigonis Way.
Riconoscimenti meritati.