Calcio: 5 colpi del mercato di gennaio rimasti nella storia.

Spesso già a metà stagione c’è da aggiustare la rosa di una squadra di calcio. Il mercato di gennaio serve proprio a questo. Un rinforzo qui, una cessione là. Si spera così di avere una marcia in più nella seconda fase del campionato. In alcuni casi però gli acquisti fatti in pieno inverno si rivelano veri e propri affari. Alcuni hanno fatto il botto, altri non sono stati all’altezza delle promesse. Ecco chi sono.

 

Dejan Stankovic.

Secondo la UEFA è uno dei 10 migliori acquisti di sempre del mercato di gennaio. Dopo una carriera al top nella Stella Rossa di Belgrado e nella Lazio, sta per passare alla Juventus ma la trattativa non va a buon fine. A gennaio 2004 l’Inter lo prende per 4 milioni di euro. Spesi benissimo. Con i nerazzuri Dejan vince 5 scudetti e nel 2009 è protagonista del famoso triplete.

Andrea Barzagli.

Nel 2006 fa parte della squadra azzurra che vince i Mondiali di Germania. Dopo poco lascia il Palermo per emigrare proprio in Germania, al Wolfsburg, vincendo anche uno scudetto. Nel 2011, a 30 anni e con una carriera più che dignitosa, è indeciso se ritirarsi o meno. Invece, a gennaio la Juventus lo prende per pochi spiccioli. Diventa la colonna portante della difesa BBC (Barzagli, Bonucci, Chiellini) e vince altri 7 scudetti di fila.

Edmundo.

Soprannominato O Animal per via di un carattere non proprio da agnellino, il calciatore brasiliano è stato un colpo più che altro sulla carta. 13 miliardi al Vasco da Gama e a gennaio 1997 arriva nella Fiorentina di Batistuta, che ambisce allo scudetto. Solo che Batistuta si infortuna e O Animal va pazzo per il Carnevale, e infatti appena può vola a Rio a ballare. Quando nel 1999 viene ceduto di nuovo al Vasco de Gama, diventa capocannoniere del campionato brasiliano. Non era destino.

 

Mohamed Salah.

Quasi un colpo contro voglia quello della Fiorentina nel 2015. A metà stagione prende in prestito dal Chelsea Mohamed Salah solo perché deve vendere Cuadrado ai Blues, che evidentemente vogliono disfarsi dell’egiziano. Sarà l’inizio di un’ascesa costante. Salah passerà subito alla Roma a fine stagione e poi tornerà nel Regno Unito, a Liverpool, arrivando a disputare la finale di Champions League nel 2018.

Edgar Davids.

Il pitbull olandese non era un personaggio facile. Arrivato al Milan a parametro zero, giocò poco, si fece male e litigò coi compagni. A gennaio del 1997 lo prese la Juventus, primo olandese a vestire la maglia della Vecchia Signora. Lì cambiò musica, con 3 scudetti in sette anni, due finali di Champions League. Nella stagione 2003-2004 litiga di nuovo, questa volta con Marcello Lippi, e viene ceduto al Barcellona, di nuovo a gennaio.