5 ambiti high tech da tenere sott’occhio nel 2019.

Lo sviluppo di una tecnologia intelligente è sempre più vertiginoso ed è alla base del business del futuro. Le macchine imparano come gli esseri umani (machine learning), l’analisi dei dati è essenziale per fare scelte efficaci. Ecco alcuni settori da studiare nei prossimi mesi per restare al passo coi tempi.


Macchine autonome.

Si parla da circa vent’anni di intelligenza artificiale e, più recentemente, di machine learning.

 

Negli ultimi tempi sta facendo passi da gigante anche un settore che deriva direttamente dai primi due, quello delle tecnologie autonome. Nell’automotive i veicoli a guida autonoma (o semi-autonoma) sono già una realtà. Grandi aziende come Microsoft e Uber utilizzano robot autonomi per la sicurezza. Così, mentre nella nostra fantasia i robot un giorno governeranno gli umani, già oggi invece ci aiutano nelle attività quotidiane.

Augmented Analytics.

Avere a disposizione una marea di dati, come succede con le odierne tecnologie digitali, non basta. I dati vanno filtrati, interpretati, resi fruibili. Un filone molto promettente riguarda proprio la messa a disposizione di analytics avanzate negli ambiti più diversi. Applicazioni con insights dedicate per migliorare costantemente il proprio business, che sia un e-commerce, la gestione delle risorse umane, il ciclo acquisti o la manutenzione.


Spazio fisico ma digitale.

L’eterna lotta tra digitale e reale sta arrivando a un punto di incontro. La ragione è che l’aspetto fisico della nostra esistenza difficilmente può essere rimpiazzato. Se ne sono accorti anche giganti del web come Amazon, che punta ad aprire negozi fisici. Altamente automatizzati, ma pur sempre fisici.

Occhio all’etica.

Dall’estate del 2018, almeno in Europa, non è più ipotizzabile lo sviluppo di un business tecnologico senza avere un occhio di riguardo all’etica del consumatore, in particolare alla sua privacy. Il regolamento europeo sulla protezione dei dati personali – il cosiddetto GDPR – ha fissato un paletto in questo senso. Inevitabile affidarsi ad un esperto per evitare imprevisti.

 

Digital Twin.

Questo è un concetto che si sta facendo largo da pochi mesi e prenderà sempre più campo. L’idea di creare un corrispettivo digitale di qualsiasi oggetto del mondo reale ha lo scopo di monitorare e rendere più efficiente il loro utilizzo. L’ascesa di sensori e programmi avanzati facilita il compito. Un esempio? Dal digital twin del vostro ufficio potreste accorgervi che il rubinetto del bagno perde.