5 film da rivedere a 30 anni dalla loro uscita.

 

Nel 1988 a Calgary esplode una giovane promessa dello sci italiano, Alberto Tomba. Massimo Ranieri vince il Festival di Sanremo con Perdere l’amore. Nadia Bengala è eletta Miss Italia. Nelle sale cinematografiche escono come sempre molti film. Alcuni di questi, anche se sono passati 30 anni, vale proprio la pena di rivederli e rivederli ancora.

 

Chi ha incastrato Roger Rabbit?

Più di Roger Rabbit, di questo film unico è rimasta celebre la giunonica moglie Jessica e la sua frase “Non sono cattiva, è che mi disegnano così”. Attori in carne ed ossa (soprattutto Bob Hoskins e Christopher Lloyd) insieme a cartoni animati di Disney e Warner Bros, sono protagonisti di un giallo a cavallo tra fantasy e commedia. Il capolavoro di Robert Zameckis ha sbancato il botteghino del 1988, diventando il film più visto dell’anno.

 

 

Rain Man – L’uomo della pioggia.

Due fratelli e il difficile rapporto con l’autismo, un’interpretazione magistrale di Dustin Hoffman e un giovanissimo Tom Cruise. Rain Man è ispirato alla storia vera di un ragazzo americano, Kim Peek, affetto dalla cosiddetta sindrome dell’idiota sapiente. Ha vinto ben 4 Premi Oscar, 2 Golden Globe, 2 David di Donatello, ed ebbe un grandissimo successo anche nelle sale.

Fu al centro di un caso di censura molto particolare. In una scena del film Raymond (Hoffman) dice che l’unica compagnia aerea che non ha registrato incidenti è la Qantas. Per questo motivo tutte le compagnie hanno proiettato il film senza quella scena. Tranne Qantas, ovviamente.

 

 

Nuovo Cinema Paradiso.

Una delle dediche più poetiche e nostalgiche al grande schermo è Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore. La storia di Salvatore, cresciuto nel dopoguerra in un paesino siciliano dove l’unico divertimento è, appunto, il cinema. Vinse l’Oscar come miglior film straniero e un Golden Globe. Ma all’inizio non fu così facile. La prima uscita nelle sale italiane fu un vero flop, forse anche per la lunghezza (due ore e mezza). Con l’apprezzamento al Festival di Cannes iniziò una cavalcata trionfale.

 

 

Il Principe cerca moglie.

Il genio di John Landis (Animal House, Blues Brothers, Una poltrona per due) trova in questa commedia una nuova conferma. L’esilarante vicenda di Akeem, principe di Zamunda, che si ribella al matrimonio combinato e va in cerca del vero amore a New York, è pieno di gag divertenti. Eddie Murphy esilarante come sempre. È uno di quei film che non si può fare a meno di rivedere ogni volta che passa in TV.

 


 

Un pesce di nome Wanda.

Altra geniale commedia quella diretta da Charles Crichton, che vede nel cast Kevin Kline (Premio Oscar come migliore attore non protagonista), Jamie Lee Curtis, e due membri del gruppo Monty Python, John Cleese e Michael Palin. Al centro della trama un furto di gioielli effettuato dalla banda più sgangherata e doppiogiochista della storia. Non stufa mai.