Storia, cinema e thrilling per la vostra biblioteca

Un ex grande direttore di giornali si conferma intellettuale di altissimo livello; un regista di culto scrive anziché filmare; ed un best seller seriale fa ciò che gli riesce meglio: intrattiene con un mistero on the road. 

1) La dannazione. 1921. La sinistra divisa all'alba del fascismo, Ezio Mauro.

Ezio Mauro alle prese con le porte girevoli della Storia italiana, quella con la S maiuscola. 

Giusto 100 anni fa, a Livorno – è il 21 gennaio 1921 - il XVII Congresso del Partito socialista, in corso al Teatro Goldoni, consuma il dramma della scissione in uno dei momenti più delicati per il Paese, di quelli che ne determineranno le vicende per decenni e che, indirettamente, lo condurranno al centro del secondo conflitto mondiale.

Il partito socialista è squassato dalle pulsioni tra rivoluzionari e riformisti – i primi inclini ad aderire ai 21 punti di Lenin con i quali l’Internazionale comunista detta le regole a ogni partito che ne voglia fare parte, i secondi che andrebbero oltre il clima instauratosi tre anni prima con la presa del Palazzo d’Inverno a Mosca.

Ma, nel frattempo, il fascismo è già realtà in Italia e, a posteriori, emerge in tutta la sua drammatica semplicità un dato: in quel momento mancano meno di settecento giorni alla Marcia su Roma… 

In una cronaca politica animata dalle voci di protagonisti epici (Bombacci, Bordiga, Damen, Fortichiari, Gramsci e Terracini) viene approfondito un capitolo fondamentale della storia italiana, sintesi straordinaria dell’ideale altissimo e della cecità tragica di fronte alla minaccia imminente di un regime.

2) Come un respiro, Ferzan Ozpetek

Chi è davvero Elsa Corti? Come mai tanti anni prima ha lasciato l'Italia quasi fuggendo, allontanandosi per sempre dalla sorella Adele, cui era così legata? 

La scena iniziale è Ozpetek allo stato puro, per chiunque abbia familiarità con i suoi film: Roma, quartiere Testaccio, appartamento con terrazza, una domenica di giugno.

I padroni di casa Sergio e Giovanna, come d'abitudine, hanno invitato a pranzo due coppie di cari amici e, mentre ultimano i preparativi in attesa degli ospiti, una sconosciuta si presenta alla loro porta. Molti anni prima ha vissuto in quella casa e vorrebbe rivederla un'ultima volta, si giustifica… 

Elsa Corti conserva nella borsa un fascio di vecchie lettere che nessuno ha mai letto e che, fra aneddoti di una vita avventurosa e confidenze piene di nostalgia, custodiscono un terribile segreto mai del tutto sepolto. Il presente si mescola a un passato inconfessabile e passioni che parevano sopite una volta evocate riprendono a divampare, costringendo ciascuno a fare i conti con i propri sentimenti, i dubbi, le bugie. Pagina dopo pagina emerge la potenza della vita stessa, che obbliga a scelte da cui non si torna più indietro.

3) Il passato non muore, Lee Child

Una giovane coppia canadese sta per vivere un incubo: bloccata in uno strano motel in mezzo al nulla, i cui gestori sono talmente disponibili da risultare sospetti, i due ragazzi vengono improvvisamente intrappolati in un inquietante gioco tra vita e morte. 

E’ ciò in cui si imbatte l’ineffabile Jack Reacher, il personaggio-bandiera di Lee Child dalle cui vicende sono stati tratti diversi film campioni di incasso.

Il nostro è partito per una tranquilla vacanza on the road dal Maine alla California, sulle orme dei grandi avventurieri americani e, durante il viaggio, decide di fermarsi quando legge il cartello che segnala la città di origine di suo padre. Ma, rivoltosi all’impiegato degli uffici della cittadina per trovare la casa paterna, scopre che nessuno di nome Reacher ha mai vissuto lì: eppure sa che il padre era fuggito da quel posto e non era mai più tornato; possibile che invece non ci fosse mai stato? La sua famiglia può avergli mentito? E se l’ha fatto, perché?

Le sue indagini prendono corpo non lontano da un tranquillo motel in cui è intrappolata una giovane coppia canadese…

Buona lettura!!!