Salmo lancia Deiv

Si chiama Deiv l’ultima scoperta di Salmo che, tra le numerose attività, ha ufficializzato anche quella di talent scout. Ma andiamo con ordine.

Il rapper di Olbia ha appena lanciato la sua label, chiamandola LEBONSKI 360°, ed attribuendole una missione – oltre che di etichetta discografica – di laboratorio artistico a tutto tondo, all’interno del quale un’attività è dedicata proprio alla scoperta di nuovi talenti. Così il primo lancio di LEBONSKI 360° è il singolo “TPS (Tutto può succedere)”, firmato dal suo conterraneo Deiv, al secolo Davide Moica.

“Allevato” artisticamente proprio da Salmo in Sardegna, dove a 13 anni già si cimentava col punk insieme al suo idolo, Davide si è poi trasferito a Milano e a Londra. Con il nome d’arte di Sunny Gray, ha scandagliato la scena trip hop della capitale inglese e in un paio d’anni (mentre si dilettava anche col freestyle: qui un suo riuscitissimo “esercizio”) ha sfornato prima “Teardrop”, omaggio ai Massive Attack il cui epico “Mezzanine” compiva due anni, e poi il singolo “Equilibrium”. 

E infine il ritorno in Italia, in Sardegna, dove Salmo lo attendeva per farne la punta di diamante della sua nuova avventura artistico-imprenditoriale.

TPS” (ascoltabile qui) è stato così descritto da Deiv: “TPS vuole essere un incoraggiamento a chi si dà per vinto o sta per gettare la spugna invece di lottare. Uno stimolo a credere in sé stessi, in quello che si ama e per cui si sta combattendo. TPS è la rivincita contro chi dice che stavi solo perdendo tempo. TPS vuole essere il consiglio di quell’amico con il quale puoi confidarti senza aver paura di sembrare strano ai suoi occhi. Non esiste una deadline per aver successo nella vita. Non esiste successo senza fallimento.”

Le immagini utilizzate sono esclusivamente “for promo use only”, selezionate per noi da Rockol tra quelle messe a disposizione dei media da label e uffici stampa per utilizzo a corredo di articoli e notizie e/o immagini con licenza CC, come segnalato nei singoli casi.