Richard Russo: Le conseguenze

Nei dormitori del Minerva College, nel Connecticut, studenti con i capelli lunghi, jeans scoloriti e magliette psichedeliche fumano erba, ascoltando i Doors e i Buffalo Springfield. Il primo dicembre 1969 tre di essi - Lincoln Moser, Teddy Novak e Mickey Girardi - assistono trepidanti davanti a un minuscolo televisore in bianco e nero alla prima lotteria nazionale di reclutamento dei soldati che, estratti a sorte per giorno di nascita, vengono spediti in Vietnam. Le opzioni che quel sorteggio riserva sono note: morire di morte violenta in guerra, scappare in Canada o disertare e languire in una prigione degli Stati Uniti. 

Lincoln, cresciuto in Arizona, è tanto bello da essere soprannominato «Face man»; Teddy, figlio unico di due insegnanti d'inglese, è minuto, poco atletico e dalle ossa sottili; Mickey, che proviene da un quartiere operaio famoso per i culturisti, le Harley e le feste etniche, è grande più o meno come un armadio a muro. Il bellissimo d'Artagnan di questi tre giovani moschettieri è Jacy Calloway, la ragazza della quale sono innamorati tutti e tre.

Flash forward ad un fine settimana del Memorial Day del 1971: sull'isola di Martha's Vineyard, dove i quattro amici si recano per trascorrere l'ultimo weekend prima della laurea, Jacy Calloway scompare. E’ svanita nel nulla, senza lasciare alcuna traccia di sè. Ma lascerà tracce indelebili nelle vite dei tre amici che, in un mite giorno di settembre, si ritroveranno ormai sessantenni nello stesso luogo e, in un crescendo di tensione e sospetti, rievocheranno per filo e per segno quel fine settimana di quarantaquattro anni prima. 

Cosa è più pericoloso che riportare in superficie ciò che si riteneva sepolto per sempre…?

Scaricalo ora per continua la lettura!