VINCI ORA!

Pane a colazione

Il pane come componente principale della colazione ha una storia lunga: chi di noi non ha mai mangiato da bambino pane, burro e zucchero o pane e marmellata? Ognuno ha il suo panino della colazione nel taschino dell’infanzia. 

Ma anche oggi c’è qualcuno, che di colazioni se ne intende, che recupera questo concetto di pane a colazione in chiave nuova, contemporanea: Petunia Ollister ci dà diversi esempi nel suo volume “Colazioni d’autore”, dove raccoglie molte delle sue fotografie. La “ricetta” dello scatto? Un libro di ispirazione, una ricetta pertinente e una bevanda: un gioco semplice di rimandi e abbinamenti.

Tra tanti, ecco uno dei piccoli pani proposti:

Panini dolci all’uvetta

Ingredienti:

4 etti di farina di grano tenero

12 g di lievito di birra

1 tuorlo d’uovo

½ etto di zucchero

1 etto e ½ di uvetta

150 ml di latte

½ etto di burro

Sale 

Cannella

Preparazione:

Miscelate in una ciotola la farina insieme al latte, in cui avrete sciolto il lievito. Unite il burro fuso una volta tiepido, lo zucchero, un pizzico di sale e un cucchiaino di cannella. Impastate il tutto fino ad avere una palla liscia che lascerete lievitare coperta, lontano da correnti, fino al raddoppio del volume.

Riprendete l’impasto, stendetelo un poco e versate all’interno l’uvetta ammollata e strizzata, quindi lavorate di nuovo in modo da distribuirla uniformemente.

Staccate dalla massa delle porzioni di impasto da circa 30 grammi l’una e modellate con le mani dei paninetti tondi che farete lievitare su una teglia per un’altra mezz’ora, coperti da un panno da cucina.

Spennellate la superficie con l’uovo battuto e un pizzico di cannella, quindi infornate a 180 °C per 15-20 minuti circa.

 

Articolo a cura di Laura Rizzato