VINCI ORA!

Negli Studi di Cinecittà nasce il MIAC – il nuovo Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema che racconta storia, evoluzioni, prospettive dell’arte delle immagini in movimento, l’Audiovisivo. Un viaggio straordinario lungo gli ultimi 120 anni, verso il futuro: il Cinema, la Televisione, gli Archivi, le nuove tecnologie digitali, raccontati in una dimensione multimediale, immersiva, esperienziale. Un nuovo modo di immergersi nelle arti e nelle tecniche che hanno costruito il nostro immaginario.

Un luogo dove i visitatori italiani e non possono conoscere e vivere l’arte più potente nata oltre un secolo fa: l’immagine in movimento. Il medium che ha determinato il nostro modo di vedere, conoscere e interpretare il mondo, attraverso le lenti del Cinema, della Televisione, fino alla tecnologia digitale della Realtà Virtuale e Aumentata, e del Videogioco.

Il MIAC è Il primo museo multimediale, interattivo e immersivo interamente dedicato al genere nella Capitale che racconta il percorso del patrimonio audiovisivo italiano dalle origini del Cinema, ai grandi archivi visivi del nostro paese, fino all’arrivo della Televisione e alla nascita e allo sviluppo della nuova immagine digitale. Un patrimonio che si intreccia con la Storia, la vita sociale e culturale e i mutamenti del XX e XXI secolo. Il lungo ‘film’ della visione in Italia.

Centinaia di film e filmati d’archivio (degli immensi fondi dell’Istituto Luce e delle Teche Rai, e degli archivi partner), documenti, fotografie, interviste, sigle, backstage, grafiche, radio… Capolavori e personaggi memorabili, memorie che parlano a ognuno di noi, sogni e scorci inediti di come l’Italia si è rappresentata. E di come il Cinema e la TV italiani abbiano raggiunto il vertice del mondo, e l’arte audiovisiva italiana sia ovunque ammirata.

Un patrimonio materiale e immateriale di civiltà visiva lungo 120 anni. Ma reso immersivo ed emozionale grazie a installazioni interattive, videoarte, linguaggi transmediali, per sollecitare i sensi e le percezioni del visitatore.

Creando un nuovo modo di vedere il cinema, la TV, il Digitale. Come nuove opere d’arte. Un Museo dedicato all’arte della visione, e all’arte di chi vede. L’approccio è molteplice: immersivo, conoscitivo, emozionale e personale. Il racconto non è didascalico, non procede per cronologia, ma si sviluppa lungo un’area di 1650 metri quadri scanditi in aree tematiche. Potere, Musica, Commedia, Storia, Lingua, Eros, Maestri, Attori e Attrici… sono alcuni dei temi attraverso cui esplorare il lungo viaggio dello sguardo in Italia. Con il MIAC nasce un museo nuovo, che invita – come a una festa – a usare lo sguardo con curiosità e avventura. Quello che ci permette di immaginare e sognare la forma del mondo in cui vogliamo vivere.

Orari
Aperto tutti i giorni, tranne il martedì, dalle ore 9.30 alle ore 18.30.

Chiusure
Tutti i martedì, il 24 e 25 dicembre e 1 gennaio.

Aperture straordinarie
6 Gennaio
12, 13 e 25 Aprile
1 Maggio
2 e 29 Giugno
15 Agosto
1 Novembre
8, 26 e 29 Dicembre

Contenuto fornito da Ticketone