Kid LAROI

Avere 17 anni e già 100 milioni di stream all’attivo. Sarebbe questa la versione super-sintetica della storia di Kid LAROI, che a luglio ha pubblicato il suo mixtape d’esordio dal titolo “F*ck Love” facendo strage di ascolti e di record.

Del talento australiano classe 2003, ora, è appena uscito il nuovo brano “So Done” che anticipa un prossimo e più ampio progetto discografico. 

Charlton Kenneth Jeffrey Howard, questo il suo vero nome, è nato a Sydney: madre di discendenza aborigena, papà francese, il ragazzo è cresciuto con la madre e con lo zio. Quando nel 2015 lo zio viene assassinato, madre e figlio sono costretti a trasferirsi in una casa popolare vivendo sulla soglia della povertà: in questo contesto matura la sua arte. 

LAROI comincia a scrivere i primi versi da bambino e riempie interi quaderni di rime: “Ho iniziato a fare rap e a scrivere le prime canzoni per sfogo: mia madre ascoltava sempre tanta musica in casa, mi ricordo questa colonna sonora costante per tutte le stanze. Credo mi abbia aiutato molto a capire che quello era, sin da subito, il mio mondo”.

Il giovanissimo rapper è cresciuto ascoltando le icone hip-hop e R&B americane come Tupac, Erykah Badu, The Fugees, Lil Wayne e Kanye West (“Quest’ultimo e Drake sono i feat dei miei sogni…”) ma si considera allievo e "fratello minore" di Juice Wrld, rapper di Chicago scomparso l’anno scorso: insieme hanno firmato pezzi come “Hate the Other Side”, contenuto nell’album postumo “Legends Never Die”, e “Go”. 

LAROI ha una naturale predisposizione a mescolare trap e melodia, con utilizzo sporadico di auto-tune in modo originale. Tocca restare sintonizzati.

Le immagini utilizzate sono esclusivamente “for promo use only”, selezionate per noi da Rockol tra quelle messe a disposizione dei media da label e uffici stampa per utilizzo a corredo di articoli e notizie e/o immagini con licenza CC, come segnalato nei singoli casi.