In arrivo “Exodus”, album postumo dello scomparso DMX

E’ stata annunciata la pubblicazione per il prossimo 28 maggio di “Exodus”, l’album postumo di DMX, il rapper scomparso lo scorso 9 aprile all’età di 50 anni a causa dei postumi di un arresto cardiaco provocato da un’overdose. A darne annuncio è stato Swizz Beatz, uno dei produttori più in vista sul panorama hip hop americano, non solo legato da profonda amicizia all’artista di Mount Vernon, ma anche produttore delle tracce che andranno a comporre la tracklist del disco.

Da segnalare, pur in una triste occasione, il ritorno di DMX nella scuderia forse più iconica del rap mondiale, la mitica Def Jam.

In un messaggio sui social media diventato nota ufficiale per l’annuncio, Swizz Beatz ha spiegato:

“Mio fratello DMX era una delle anime più pure e rare che abbia mai incontrato. Ha vissuto la sua vita dedicandosi alla sua famiglia e alla musica. Soprattutto, è stato generoso con i suoi doni e ha amato i suoi fan oltre ogni limite. Non vedeva l’ora che i suoi fan in tutto il mondo ascoltassero questo disco”.

A proposito della tracklist, ad ormai pochi giorni dall’uscita quasi nulla è finora trapelato né sui titoli dei nuovi brani né sull’elenco di eventuali ospiti, sui quali però i media specializzati si sono esercitati in qualche illazione. Nelle ultime interviste rilasciate prima della sua scomparsa DMX aveva infatti fatto cenno ad importanti featuring firmati da colleghi come Lil Wayne, Snoop Dogg, Alicia Keys, Usher, Pop Smoke – a sua volta scomparso nel febbraio dello scorso anno, ucciso in un tragico tentativo di rapina - e addirittura Bono degli U2, che sarebbe intervenuto in una canzone intitolata “Skyscrapers”.

Le immagini utilizzate sono esclusivamente “for promo use only”, selezionate per noi da Rockol tra quelle messe a disposizione dei media da label e uffici stampa per utilizzo a corredo di articoli e notizie e/o immagini con licenza CC, come segnalato nei singoli casi.