Di pane in meglio...

Guardare con la lente di ingrandimento il cibo più famoso del mondo

"L’uomo è mangiatore di pane." 

Lo scriveva Omero e lo ribadiscono Davide Longoni e Mauro Iannantuoni nel loro nuovo libro Il pane in casa, edito da Editoriale Domus in collaborazione con Il Cucchiaio D’Argento.

Non è un ricettario, non è un libro di storia del pane, non è un libro che parla di farine né di lieviti. 

Abbiamo letto in anteprima il nuovo volume a quattro mani sul pane, un tomo di quasi 300 pagine che cerca di portare il lettore dentro al pane: una sorta di lente di ingrandimento, di osservatorio scientifico sul pane, che ne dà un quadro immediatamente semplice e immensamente complesso al contempo. 

Se il pane, da un lato, è fatto alla base da farina, acqua, lievito e sale, dall’altro è anche fortemente caratterizzato dall’atto di volontà dell’uomo di realizzarlo: “il pane è un cibo concepito e fatto dall’uomo per l’uomo”, scrivono gli autori nell’introduzione; “vorremmo che si imparasse che fare il pane è tutta una questione di scelte” perché “la panificazione deve essere un esercizio di libertà, intelligenza e capacità di osservazione”

È solo con questa prospettiva, chiara e limpida nelle prime pagine del libro, che il lettore potrà comprendere veramente il valore delle centinaia che seguono l’introduzione. I cenni storici, agricoli, sui processi diversificati, le varianti in gioco… non diventano mere “risposte” alla domanda “come si fa il pane?”: sono piuttosto strumenti, indicazioni e suggerimenti per mettere le mani in pasta, iniziare a conoscere con le mani, con l’olfatto e l’udito il pane, i suoi ritmi e le sue leggi. Anche le ricette diventano un patrimonio prezioso se vengono studiate per attingere non semplicemente un processo, ma per capirne le radici. 

Per questa ragione non concluderemo suggerendo una delle tante ricette presenti all’interno de Il pane in casa, ma seguendo lo spirito del libro lasciamo al lettore la curiosità di scoprire che sapore ha il pane integrale, che cos’è il Pan Tramvai o qual è la particolarità del pane in pentola.

A cura di Laura Rizzato