GIOCA ORA!

Cinecittà si mostra

Info mostra Omaggio a Massimo Troisi

Omaggio a Massimo Troisi è un percorso espositivo temporaneo che dal 17 aprile al 30 ottobre 2019 racconterà al pubblico di Cinecittà si Mostra l’attore, l’autore e il regista napoletano attraverso materiali originali di scena di tre dei suoi film più famosi girati negli Studi di Cinecittà: Non ci resta che piangere; Il viaggio di Capitan Fracassa e il memorabile Il Postino. Un filo rosso parallelo alla mostra permanente si snoda attraverso le sale della Palazzina Presidenziale e della Palazzina Fellini. Quest’ultima ospita un focus su Il Postino, il film del 1994 diretto da Michael Radford fortemente voluto da Troisi. Una teca contenente la borsa per le lettere ed altri oggetti di scena ne suggeriscono il protagonista, il postino Mario, ispirato al libro di Antonio Skàrmeta Il postino di Neruda. Il libro di poesie del poeta cileno è aperto sulla pagina del poema La poesia, la stessa che chiude il film. Nella Sala Visconti un filmato inedito, Backstage speciale Il Postino “Uno sguardo dentro”, prodotto e diretto da Stefano Veneruso, regista e nipote di Massimo Troisi, svela le giornate sul set e momenti indimenticabili dell’interprete.

La Palazzina Presidenziale presenta una selezione di oggetti di scena originali di Non ci resta che piangere, 1984, tra i quali l’astrolabio, i calamai, i libri e le pergamene della celebre scena con Leonardo da Vinci. La sala della commedia ospita al suo interno un omaggio al film del regista Ettore Scola Il viaggio di Capitan Fracassa, 1990, con due abiti di scena originali, disegnati da Odette Nicoletti, tra cui quello indossato da Massimo Troisi per il ruolo di Pulcinella; una selezione di oggetti di scena secenteschi e il bozzetto del “carro” del teatro ambulante dello scenografo Luciano Ricceri.

Chiude il percorso una galleria di abiti originali del film Non ci resta che piangere, disegnati da Ezio Altieri e completi dei loro accessori: gli abiti dei protagonisti, l’insegnante Saverio e il bidello Mario – rispettivamente interpretati da Roberto Benigni e Massimo Troisi, che firmarono anche la regia del film - il costume indossato da Amanda Sandrelli nel ruolo della giovanissima Pia, quello di Iris Peynado che interpretava l’amazzone Astriaha e quello di Leonardo da Vinci interpretato da Paolo Bonacelli. Omaggio a Massimo Troisi è un progetto legato alla mostra promossa da Istituto Luce Troisi poeta Massimo allestita presso il Teatro dei Dioscuri al Quirinale fino al 30 giugno 2019.

Le date
dal 17 aprile al 30 ottobre


Dal 2011 gli studi di Cinecittà hanno aperto al pubblico con il progetto Cinecittà si Mostra, un’iniziativa culturale che intende svelare al pubblico il grande patrimonio storico e architettonico della famosa Fabbrica dei Sogni offrendo la possibilità di visitare per la prima volta i grandi set all’aperto e gli edifici storici con i percorsi espositivi allestiti al loro interno. Attraverso le scenografie, i costumi, gli oggetti di scena, i filmati e le fotografie d’epoca viene raccontata la storia di Cinecittà e delle produzioni cinematografiche che l’hanno resa famosa dal 1937 ad oggi. La mostra si divide in tre percorsi espositivi che raccontano la storia degli Studios e del cinema italiano e internazionale e i mestieri del cinema in modo interattivo.
 

Perché Cinecittà (1937-1943) è il primo percorso di mostra che esplora la nascita di Cinecittà dagli anni trenta fino alla Seconda Guerra Mondiale, le ragioni del progetto architettonico e la figura del maestro Federico Fellini. Allestita all’interno della storica Palazzina Fellini, un tempo Cinefonico degli Studios in cui c’erano le sale di doppiaggio e di missaggio, la mostra ospita in tre diversi ambienti filmati, fotografie e documenti dedicati alla costruzione e alla fondazione degli Studios con un approfondimento sul progetto architettonico razionalista di Gino Peressutti. Nella sala dedicata a Federico Fellini trovano spazio filmati inediti, costumi originali, disegni e immagini del regista presentati in un suggestivo impianto scenografico.

Girando a Cinecittà (1943-1990) è il secondo percorso che narra la storia delle produzioni più importanti che hanno fatto la storia del cinema e di Cinecittà. All’interno degli spazi della Palazzina Presidenziale, un allestimento scenografico consente di immergersi nella storia di grandi film e dei generi cinematografici, di conoscere storie e curiosità attraverso un’accurata selezione di immagini, video, interviste e costumi originali indossati da grandi star come Liz Taylor, Totò, Alida Valli, Richard Burton

Contenuto fornito da Ticketone