GIOCA ORA!

Cigarettes After Sex, “Cry”

Riverbero, suoni dilatati, voce sussurrata, atmosfera cinematografica: ecco gli ingredienti che i Cigarettes After Sex utilizzano anche per il secondo album in studio, “Cry”.
A ridosso dell’uscita dell’eponimo LP di esordio, due anni fa, il trio di El Paso subito inizia a registrare nuove tracce, in preda a una febbre creativa. Le canzoni vengono incise di notte, in una villa di Maiorca, dove il fondatore della band, Greg Gonzalez, e soci si trasferiscono momentaneamente. Lo stile è, quasi inevitabilmente, lo stesso del brano che li portò all’attenzione del grande pubblico, “Nothing’s Gonna Hurt You Baby”, e che costituisce una sorta di marchio di fabbrica, ormai.
Questo è un album che parla di amore, bellezza e sessualità, a partire dai singoli che ne hanno anticipato l’uscita: “Heavenly” e “Falling in Love”.
In definitiva… la formula funziona alla perfezione. E il gruppo la porterà anche sul palco dell’Alcatraz di Milano il prossimo 14 novembre.

Le immagini utilizzate sono esclusivamente “for promo use only”, selezionate per noi da Rockol tra quelle messe a disposizione dei media da label e uffici stampa per utilizzo a corredo di articoli e notizie e/o immagini con licenza CC, come segnalato nei singoli casi.