Bernard Malamud: Una nuova vita

S. Levin ha urgenza di lasciarsi alle spalle il caos di New York e un passato di alcolismo e di sbando. Quel timido insegnante di letteratura si trasferisce in un piccolo college della remota provincia americana. Si rifugia tra i boschi del selvaggio Oregon sperando di trovare per sé una nuova dimensione. Non sarebbe male trovare anche nuovi impulsi e ambizioni professionali, qualche soddisfazione lavorativa e magari anche – finalmente – una realizzazione personale completa, e pure l'amore.

Il suo calcolo, purtroppo, si rivela errato: quello che ha scelto come ottimale sulla carta, alla prova dei fatti si rivela un ambiente bigotto e conformista, refrattario alle novità e diviso da antagonismi meschini. Quanto alla vita sentimentale... Da unico scapolo in una comunità di coppie sposate, il povero Levin si imbarca in una serie di relazioni scriteriate più vicine alla tragicommedia che al romanticismo.

Ma arriverà un epilogo...