Back to the disco...

Dove si riapre e si balla in Italia dopo il lockdown

Partiamo, purtroppo, con chi non riaprirà, anche se non ci riguarda da vicino: le discoteche della Comunità Autonoma delle Isole Baleari che, con un decreto ufficiale, hanno gettato nello sconforto i clubbers internazionali che saranno orfani dell’epicentro europeo della dance: Ibiza. E in Italia? Fortunatamente qualcosa si muove. 

Riccione si torna a cenare e poi a ballare con il nuovo format Arena di Ville delle Rose, con DJ Samuele Sartini, produttore di livello internazionale e guru della house (la sua nuova versione di "Get Down" di Jonk & Spook è una mega hit). 

Anche dalla Liguria provengono timidi e incoraggianti segnali, grazie al Golden Beach di Albisola Superiore (SV) dove è stata lanciata una cena musicale con animazione di Cucky al mixer ed Icio alla voce, mentre in Puglia – incassato il netto abbassamento della capienza (da 1.2 a 0.7 persone per metro quadrato) – i gestori non disperano di potere assistere a una ripresa grazie alla disponibilità di parecchi spazi  all'aperto: tra questi Praja, Amamè, Soqquadro e Kabana a Gallipoli (LE) e Nafoura e Clorophilla a Castellaneta Marina (TA), spaziando dall’hip hop alla house fino al reggaeton.

In riapertura, inoltre, una parte importante della scena sarda con Sandro Murru Kortezman, dj di casa al Lazzaretto di Cagliari e all'American Beach di Capoterra Marina (CA): anche qui la formula è quella della cena con intrattenimento, esattamente come accade in Veneto, dove è stata riaperta Villa Bonin a Vicenza, locale di culto della movida locale oggi di nuovo attivo con cene musicali e dj set a seguire. 

Per i contatti diretti, la folla indemoniata, gli strusci e gli scambi di bicchiere si dovrà attendere molto, ma il segnale è che il divertimento è ripartito e non vuole arrestarsi…

Le immagini utilizzate sono esclusivamente “for promo use only”, selezionate per noi da Rockol tra quelle messe a disposizione dei media da label e uffici stampa per utilizzo a corredo di articoli e notizie e/o immagini con licenza CC, come segnalato nei singoli casi.