Alfa, un fenomeno che ‘abita’ su TikTok

Alfa è il nome d’arte di Andrea De Filippi, cantautore genovese classe 2000. Per chi usa TikTok non c’è bisogno di presentazioni. Per tutti gli altri si potrebbe partire da “Cin Cin”, che un anno e mezzo fa ha fatto registrare oltre 68 milioni di stream su Spotify, scalando poi le classifiche italiane e ottenendo il doppio Disco di Platino. Le sue canzoni sono state condivise in oltre 5 milioni di video su TikTok e i suoi ultimi video sono entrati ai vertici delle tendenze di YouTube. 

Di recente Alfa ha pubblicato un nuovo singolo con Annalisa, “San Lorenzo”, che racconta così: “Era da tanto che volevo dedicare un brano a un giorno dell’anno. La prima parte della canzone è nata davvero tanto tempo fa, appena dopo “Cin Cin”. Il ritornello è rimasto intatto, mentre le strofe sono cambiate diverse volte... Annalisa canta le parti che non sono cambiate, le ho affidato il “me” degli inizi”. Con l’uscita del nuovo singolo, Alfa ha creato anche il videogioco gratuito “San Lorenzo”, un’app disponibile su Apple Store e Google Play, che in pochissimo tempo è diventato uno dei videogiochi più scaricato d’Italia: l’obiettivo dei giocatori è quello di salire più in alto possibile, verso le stelle, per vincere una videochiamata con l’artista che farà una sorpresa ai suoi fan. È un’ennesima dimostrazione della capacità di Alfa di andare oltre la musica, coinvolgendo il suo pubblico. E, in merito, ha le idee chiare: “Per me un artista nel 2020 è prima di tutto un comunicatore, non può prescindere da questo. Un progetto come il mio non sarebbe mai potuto uscire quindici anni fa, i mezzi di oggi lo hanno amplificato. Io mi diverto a sperimentare diverse forme d’arte che affianco alla musica con un solo obiettivo: regalare una piccola emozione a chi mi segue”. 

Le immagini utilizzate sono esclusivamente “for promo use only”, selezionate per noi da Rockol tra quelle messe a disposizione dei media da label e uffici stampa per utilizzo a corredo di articoli e notizie e/o immagini con licenza CC, come segnalato nei singoli casi.