Alafair Burke: Una perfetta sconosciuta

Alice Humphrey aveva appena conosciuto il suo nuovo capo, l'uomo che – dandole in gestione la galleria per conto di un misterioso proprietario – le aveva offerto il lavoro dei suoi sogni. Ma non era stato un sogno: la galleria esisteva davvero, aveva firmato un contratto regolare. 

Erano trascorse trentuno ore e poi la polizia era arrivata a casa sua per mostrarle una foto in cui una donna stava baciando un uomo. La donna era Alice, inconfondibile con i suoi capelli rossi e un cappotto blu. L’uomo, trovato morto trentuno ore prima e che lei non ricordava di avere mai baciato, era il suo nuovo capo, che conosceva appena. 

Là fuori qualcuno che sa molte cose di lei sta chiaramente cercando di incastrarla, anche se non riesce a immaginarne il motivo. 

Ecco un thriller in cui nulla è come sembra e nel quale la protagonista vede crollare intorno a sé, come un castello di carte, ogni certezza. Compresa quella più importante: la sua stessa innocenza.

Un libro tutto da scoprire!